"Quando le porte della percezione sono spalancate,le cose appaiono come veramente sono: infinite."(William Blake)

mercoledì 2 maggio 2012

La saga dei Criceti continua...

Alle 14:28 odierne, ricevo un'e-mail con una proposta serale, però su bitume, in un orario quasi impossibile da rispettare. Cortesemente rispondo che potrei aderire, previa conferma.

Alle h. 18:00 Spengo il pc aziendale, inforco la citybike e ritorno in Contea, con la voglia irrefrenabile di pedalare per almeno un'oretta. Solamente che il mio "io più profondo", vedendo il verde delle colline, spinge sempre di più verso un'uscita sterrata.

A dirla tutta, non ci vuole molto per convincermi e tutti sanno la mia allergia conclamata al bitume, quindi non confermo la mia presenza ai due "Ingenieri", affetti da Cricetismo acuto (n.b.: è risaputo che i criceti posti al di fuori della gabbia, purtroppo, si troverebbero spaesati e ricercherebbero solamente la sicurezza di un terreno artificiale, tipo il bitume...), e parto per percorrere la ventina di km. del circuito Conteale serale invernale, con un Piccolo Stelvio affrontato all'andata e al ritorno.

Pensavo di trovare più fango, invece, a parte la circumnavigazione di quattro mega pozzanghere nel tratto della Pace, ho trovato un terreno praticamente perfetto e mi sono divertito moltissimo.

Anche questa sera ho potuto constatare che "la gamba la tira ben dal de drio" e quindi sono rientrato a casa molto soddisfatto con 1h 21' di pura MTB.

Buonanotte a tutti!!!


errata corrige: gli "Ingenieri" erano in tre e rimarranno innominati ;-)

4 commenti:

  1. Ingeniere n°23 maggio 2012 08:54

    Alcune precisazioni di tipo “Ingenieristico”:

    La sua allergia al bitume mi sembra che vada e venga, visto che la SV non disdegna la Pisarota (tutta su bitume); ma forse con un uso smodato di ANTISTAMINICI passa questo ed altro.
    Quando si scrive “è risaputo che…” senza citare fonti, si scade nella retorica e nel qualunquismo, al massimo è consentita la Vox Populi.
    Quando uno trova una pozzanghera e gli vien fuori il termine “circumnavigazione” o è Cristoforo Colombo o è criceto dentro fino al midollo delle ossa.
    Le strade percorse ieri sono state per alcuni addirittura inedite (leggasi volontà di conoscere cose nuove); il giro si è snodato per una zona MOLTO più ampia di quella del semplice Piccolo Stelvio (per altro fatto avanti e indietro!!!)
    Se quindi è veramente criceto chi si sente spaesato fuori da una gabbia (di 19 tornanti), allora lascio ai posteri (o ai post successivi) l’ardua sentenza: chi è il vero criceto di turno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noto con piacere di aver provocato la reazione di uno degli Ingenieri. Mi ritengo fortunato che Ella non abbia fatto cenno al mio essere "fermo in discesa", altrimenti l'attacco nei miei confronti sarebbe stato completo.
      Non ho altro da aggiungere e ammetto che qualche volta mi possa piacere anche fare un po' di bitume, però in sella ad una MTB. In questo modo, se fossi in solitaria, posso sempre divagare lungo uno sterrato.
      Per me i criceti siete voi e lo posso affermare sulla base delle mie uscite serali invernali, mentre voi sudavate guardando o il muro, nel caso migliore, o il didietro peloso di quello davanti :-)

      Elimina
  2. CONTE 6 1 GANASSA COLOSSALE, avevi detto che non saresti uscito...tutta pretattica da anziano !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e quando lo avrei detto?...porta pasiensa, ma son vecio e la memoria breve è andata perduta ;-)

      Elimina