"Quando le porte della percezione sono spalancate,le cose appaiono come veramente sono: infinite."(William Blake)

domenica 28 ottobre 2012

Quella sporca dozzina*...

...di Bikers che, incuranti di Cassandra e delle fatture lanciate nei giorni scorsi dall'Oracolo de Senago, hanno risposto "Presente" all'invito degli amici del TDM e si sono fatti trovare pronti all'appuntamento davanti al Willy Bar di Lugo. Tra questi si è potuto mirare una fiammante Bottecchia 650B...non male..., ritirata venerdì scorso ed oggi bagnata come nelle migliori tradizioni.

Alle 7:00 avevo visto che il forte vento della notte aveva spazzato le nuvole cariche di pioggia pesante ed addirittura c'era uno spiraglio di sole. Pura illusione!!!

Mentre ero a passeggio con Dylan, già il vento aveva invertito la sua direzione e le nuvole incombevano dalla pianura e le Torricelle erano avvolte da un "velato" vortice d'acqua. Nonostante ciò, ormai il dado era tratto e non potevo fare il coniglio...ne avrei pagato le conseguenze con i famosi e prolungati dileggi dei due "Ingenieri". Chiamo proprio uno dei due, l'Orlando, sapendo che lui è uno che non si tira mai indietro, e concordo di passare a casa sua per poi andare al ritrovo.

Arrivo alla Maison dos Americanos e già qualche goccia aveva raggiunto il suolo. Finita la sua colazione, Paolo inforca la sua MTB ed insieme risaliamo la Valpantena con una pioggerellina di sottofondo.

Al ritrovo, arrivano alla spicciolata i ragazzi del TDM ed alla fine partiamo per andare incontro al Vice degli Aspetime Bike, che stava uscendo dalla sua casa a Grezzana.

DILUVIO!!! Nel tratto bitumato Lugo/Grezzana siamo stati flagellati da un vero e proprio nubrifagio, però NESSUNO HA MOLLATO IL GRUPPO...folli? Lasciamo agli altri giudicare ;-)

Eravamo tutti fradici, però abbiamo proseguito, passando da Sezano e salendo il Piccolo Stelvio, dove il terreno stava drenando bene e la pioggia aveva dato una tregua. Abbiamo incrociato e salutato anche Enrico Bailoni, che stava rientrando a casa.

I Maroni erano abbastanza sporchi, ma a quel punto tutto passava sulla nostra pelle come fossimo impermeabili e li si è unito anche Luciano che era sceso da Cerro, nonostante un saluto ironico della moglie dalla finestra di casa sua...


Gualiva, Pesa di Romagnano dove il vento ha mostrato tutta la sua forza, schiaffeggiandoci alla grande. Lì abbiamo trovato anche un Turnover, che in questo momento scordo il nome, in sella ad una splendida Linskey 29er ed anche lui si unisce a noi.

Freddo, vento e pioggia... Proseguiamo ugualmente girando verso Erbin, ma optiamo per affrontare il single track che si inerpica sulla sinistra e che ci porterà, dopo qualche tornante, all'altezza del bivio per Lumiago. In quel tratto si stava bene, perché eravamo riparati dagli alberi ed eravamo sottovento.

Al bivio per Lumiago, abbiamo scattato qualche foto per immortalare questa pazza, ma bellissima uscita. Poi ci siamo separati, chi è risalito verso Cerro, per poi scendere a Lugo - attendo un loro resoconto su com'è andata col vento impetuoso -, e chi, noi, è tornato verso Grezzana.


Per scendere a Grezzana, ovviamente, abbiamo scelto di farlo solo su sterrato, passando dalle Colombare e scendendo nel vajo, però, saggiamente, evitando le Saponette.

In questa discesa mi sono divertito moltissimo e la Nerona ha mostrato tutte le sue doti di stabilità...fantastica!!!

A Grezzana ci siamo salutati e sono rientrato in Contea bagnato, ma pienamente soddisfatto per queste due ore pedalate e trascorse in ottima compagnia.

Ringrazio tutti i miei compagni di oggi!!! 


* Quella sporca dozzina (The Dirty Dozen) è un film di guerra del 1967 diretto da Robert Aldrich, con Lee Marvin, Ernest Borgnine e Robert Ryan

7 commenti:

  1. Preoccupato per le parti nobili28 ottobre 2012 15:57

    Ma cosa vuol dire " i Maroni erano abbastanza sporchi...": ma era un problema di fango o a casa il bidet non funziona?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendevo la Località Maroni ;-)
      Te si sempre en Ganassa, la prossima volta non farò colazione e verrò a farla a casa tua, però voglio yogurt, muesli, cereali, succo d'arancia e caffè...grazie!!!

      Elimina
  2. Peccato che decidi di prendere pioggia e freddo nel giorno e mese sbagliato...
    A buon intenditore poche parole ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cactus, non preoccuparti, ai prossimi giri lunghi che proporrai, risponderò "presente". Preferibile il sabato, grazie!!!

      Elimina
    2. Grandi e temerari come sempre!! io invece oggi come ho già detto a er conte, ho avuto la felicità e l'onore di assistere e prendere (dal tragitto macchina- ristorante VIA VERDE a Velo, per un pranzo parentale ottimo, ve lo consiglio)la prima abbondante bufera di neve!! di quele "strase" enormi e -0,5°C !! un forte richiamo alle prime uscite innevate !!!! a presto in sella .. Miche

      Elimina
  3. Ciao Conte, il tratto da dove ci siamo lasciati a praticamente sotto la pineta di Santa Viola è stato DISASTROSO...il vento ti spostava letteralmente la bici e spesso e volentieri per non sbattere contro il reticolato si metteva il piede a terra...ma la più DIFFICILE È STATA LA DISCESA che da Cerro ci ha portato a Lugo...ma come detto nel nostro articolo sul sito SIAMO TDM non molliamo mai!!!Cmq ottimo giro e OTTIMA COMPAGNIA! Grazie mille ancora della tua presenza. Davide gruppo TDM.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davide è stato un piacere, come sempre, pedalare con voi e ci saranno altre occasioni, a cominciare dalla Notturna del 9 novembre.
      Grazie ancora a tutti voi!!!
      Ciao

      Elimina